Terremoto politico a Carmignano: avvertite scosse anche nel pratese

Il 2021 è, per chi segue la politica locale, l’anno delle elezioni amministrative di Carmignano. Lo splendido comune mediceo adagiato da secoli sulle colline ricche di vigne nel Montalbano, una volta ogni cinque anni si trasforma per qualche mese nell’ombelico del mondo della politica pratese e delle tante segreterie di partito in campo. La situazione politica nazionale è lontanissima ormai dallo scenario che permise a Prestanti, cinque anni fa, di prendere la guida del comune.

Un Partito Democratico nazionale sempre più a braccetto con M5S e LeU e sempre più inginocchiato al cospetto del leader unico Giuseppe Conte, lascia per forza di cose dello spazio libero per quel contenitore liberale che +Europa, Azione, Radicali, molto probabilmente anche Italia Viva e tanti altri stanno cercando di costruire.

L’uscita di Prestanti dei primi di febbraio, con cui ha di fatto preso le distanze da Italia Viva e contemporaneamente aperto ad un accordo con Toscana a Sinistra (si vocifera anche di un’apertura nei confronti del M5S locale), ha infiammato una campagna elettorale che stava stentando a decollare. Per il sindaco uscente sarebbe stato più opportuno, a mio avviso, che a rompere una eventuale alleanza fossero i probabili alleati. E invece ha rotto lui. Pubblicamente. Non una mossa intelligentissima. Anche perché la squadra di Prestanti sembra più simile a Rifondazione Comunista che al PD liberale del 2016.

Oltre a Italia Viva, che ha risposto per le rime a Prestanti dichiarando di voler lavorare ad una candidatura di rottura col passato, sono in realtà molti su Carmignano che si stanno muovendo per costruire un’alternativa. Sia perché il risultato di queste elezioni, come sempre è accaduto, avrà delle conseguenze anche nelle dinamiche politiche pratesi, sia perché stavolta, con uno schema molto diverso rispetto al 2016, la posta in palio sembra davvero contendibile.

Le scosse di terremoto sono state avvertite anche a Prato in Via Carraia nella sede del PD. C’è molta preoccupazione per l’eventualmente perdita del comune da sempre governato dalle forze di sinistra. Stranamente indifferente e distante da quanto sta accadendo appare il sindaco Biffoni mentre nel partito gli animi iniziano a riscaldarsi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...