REGIONALI PRATO // La campagna elettorale più noiosa e retorica degli ultimi anni

Riporto qui di seguito la mia ultima intervista rilasciata a Valentina Roselli di DayPrato.

Jonathan, che ne pensi delle campagne elettorali dei vari candidati pratesi?
“La cosa che mi stupisce di più è che, pur scattando solo due posti da consigliere nel seggio di Prato (quelli di Lega e PD anche se in caso di vittoria della Ceccardi scatterebbe anche un terzo per Fdi) tutti i partiti stanno facendo campagna elettorale come se avessero chance di entrare. Viene il dubbio che i candidati e i coordinatori dei partiti non conoscano la legge elettorale. Ognuno gioca le sue carte, vero ma la sostanza non cambia: entrerà uno del PD e uno della Lega. Molti, brutto dirlo, stanno buttando via solo del tempo. Le battaglie vere in gioco sono poche e riguardano tutte il mero potere da spartire. Per il resto, credo sia la campagna elettorale più noiosa degli ultimi anni. Si cerca di conquistare gli elettori con frasi fatte e retorica. C’è anche qualcuno che prova a parlare dei temi da affrontare, peccato che spesso siano proposte cose che non sono di competenza della regione. Insomma, da una parte retorica, dall’altra molta approssimazione. Prendiamo Ciolini, che ha aperto il suo comitato per 22 giorni e ha avuto il coraggio di affermare che lui il comitato lo ha aperto per stare in mezzo alla gente. Ma cosa vuol dire “stare in mezzo alla gente” per chi fa politica? Aprire un comitato sapendo già di doverlo chiudere dal 22 settembre? Vorrei dei politici che dicessero la verità. Mi sarebbe piaciuto di più un sincero “ho aperto il comitato in centro per avere più visibilità durante le ultime tre settimane di campagna elettorale”. Ci sono poi scelte politiche che proprio non capisco, come quella di Genuino capolista della Lega. Cosa c’entra un empolese con la nostra città? E perché la nostra città dovrebbe portare un empolese in regione? Prato è la seconda città della Toscana. Con tutte le sue complessità, ha bisogno di due consiglieri che siano espressione e rappresentanza della nostra provincia. Se entrasse Genuino, dal giorno dopo curerebbe, giustamente, gli interessi della provincia in cui vive. Noi abbiamo bisogno, anche nelle fila della Lega, di un pratese. Per fortuna ci sono anche i candidati in gamba ma li conto veramente sulle dita di una mano.”

Chi sono?
“Coloro che hanno esperienza amministrativa: Bugetti, Spada, Logli, Cenni. Sanno di cosa parlano e non è poco. Non mi dispiace neanche Chiara Bartalini del M5S: pur non avendo esperienza amministrativa, è attenta e si prepara molto prima di aprire bocca. Soprattutto, si espone solo per ciò che conosce davvero. Mi sarebbe piaciuto anche vedere all’opera Lorenzini, ex sindaco di Montemurlo, che avrebbe portato la sua sensibilità e la sua visione in questa campagna elettorale deprimente. Invece in via Carrai hanno preferito candidare un ragazzo sconosciuto. Aggiungo anche Azzini, candidato di Più Europa, ginecologo conosciuto da tutti nella sanità pratese dopo anni di esperienza lavorativa, è un profilo di spessore che di voti nella sanità ne prenderà tanti.”

Che le regionali siano figlie di un Dio minore?
“Le regionali sono da sempre le elezioni meno seguite e non si capisce perché, dato il loro impatto concreto sul territorio. Se guardi l’età media dei candidati però, sono pochi i giovani in campo. La realtà è un’altra: le regionali sono l’opportunità per i partiti di mandare in regione coloro che rispettano gli equilibri di potere che nulla c’entrano con Prato, anche in barba al bene dei cittadini. Per questo spero che entri la Bugetti per il PD, avendo tutta la classe dirigente renziana contro. La sua sarebbe la vittoria della base e non quella dei vertici. Una provincia da 250.000 abitanti, con tutte le esigenze e tutte le necessità su quelle tematiche che competono alla regione come sanità, trasporti, cultura e produttive sullo sviluppo economico, ha bisogno tanto di un consigliere PD quanto di un consigliere Lega che abbiano rapporti veri con la città, con le categorie, con l’amministrazione comunale. Non ci mandiamo persone incapaci perché sarebbe un disastro per tutti noi.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...