Rossi cambia idea sulla sanificazione

rossi

«Librerie, cartolerie e negozi di abbigliamento per bambini e neonati potranno riaprire in Toscana da domani. Ma solo dopo aver sanificato i locali e gli impianti di areazione e soltanto garantendo a dipendenti e utenti dispositivi di protezione individuale, liquidi igienizzanti per le mani, guanti monouso e la distanza di almeno 1,8 metri tra le persone. I locali di librerie, cartolerie e negozi di abbigliamento dovranno essere sanificati due volte al giorno». Con queste parole, durante una diretta Facebook, il Governatore della Toscana Enrico Rossi pone condizioni più restrittive a coloro che da martedì 14 potrebbero riaprire al pubblico secondo l’ultimo DPCM.

TUTTO BELLO. Se non fosse che chi scrive su questo blog si è preso la briga di contattare alcune ditte di pulizia per capire quali siano i costi della sanificazione da effettuare obbligatoriamente due volte al giorno, considerando un negozio di circa 80 m2.

Le ditte professionali in grado di rilasciare tutte le certificazioni richieste, propongono un tariffario di circa 2,5€ al m2 oltre 25€ per la trasferta del personale, per un totale di circa 225€ a trattamento, 450€ giornalieri.
Le ditte più “modeste”, che potrebbero avere qualche difficoltà a rilasciare i certificati, garantiscono una sanificazione dei locali commerciali per 1,5€ al m2 senza sovrapprezzo per la trasferta, dunque circa 120€ a trattamento, 240€ giornalieri.

Senza considerare le due ore necessarie per ciascun trattamento, si tratta di cifre esose per qualsiasi piccolo commerciante, sicuramente fuori dalla portata per tutti coloro che hanno cartolerie, librerie o negozi di abbigliamento per bambini.

LA MERA SPERANZA è che il Governatore Rossi abbia confuso il complesso processo di sanificazione con le ormai buone regole di convivenza sociale e igiene a tutela di tutti i cittadini nei luoghi di pubblica frequentazione. Vista la sua posizione sarebbe comunque una svista grave, considerato il momento di tensione sanitaria e lavorativa in cui tutti purtroppo ci troviamo.
A questo punto, l’unica cosa che possiamo fare è attendere il testo dell’ordinanza. Perché per fortuna, in un’epoca in cui ormai la politica si consuma a colpi di dirette Facebook, a determinare regole e comportamenti da tenere, sono ancora i documenti ufficiali scritti.

AGGIORNAMENTO. Ecco il testo dell’ordinanza regionale nella quale non c’è alcun riferimento alle due sanificazioni giornaliere obbligatorie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...